Che cosa bisogna mangiare per seguire una dieta ipolipidica:

  1. Incominciate il pasto con una pietanza a base di verdura cruda,oppure cotta: vi apporterà un buon quantitativo di fibre e vi darà la sensazione di sazietà.

  2. Per i primi piatti utilizzate sughi semplici: potete usare un po' di vino bianco mescolato ad olio d'oliva come base di cottura.

  3. Come fonte di proteine potete usare i legumi; da soli oppure con crostini di pane o con la pasta; come condimento potete usare brodo vegetale fatto con l'acqua di cottura dei legumi stessi,un po' di olio di oliva,qualche pomodorino, e se vi piacciono potete aggiungere sedano,aglio ed origano; oppure utilizzerete una salsa semplice fatta con pomodorini.

  4. Provate a ridurre l'uso dei grassi utilizzando padelle antiaderenti e pentole a pressione; come condimento per le verdure potete usare un po' di olio d'oliva mescolato con succo di limone oppure con alcune gocce di un buon aceto,meglio se balsamico. A fine cottura,per rendere le pietanze più appetitose, sbizzarritevi,secondo i gusti individuali, aggiungendo erbe aromatiche ed anche un po' di spezie.

  5. Per la carne preferite quella bianca,stando attenti possibilmente alla provenienza; eliminate per quanto possibile il grasso visibile e quello che comincia a sciogliersi durante la cottura.

  6. In genere gli insaccati ed i prodotti pronto uso di rosticceria contengono molti grassi.

  7. Anche i formaggi in genere sono molto ricchi di grasso; preferite quelli più magri come la ricotta ed i fiocchi di latte.

  8. Se vi piace il latte bevete quello scremato; ricordate che il calcio è presente anche nelle verdure e le ossa degli elefanti adulti devono farcelo ricordare.

  9. Lo yogurt è un buon alimento per calmare temporaneamente la fame; è da preferirsi quello magro - bianco - oppure alla frutta; meglio escludere quello intero.

  10. I fuori pasto possono rappresentare insidiose fonti di grasso,come i dolciumi,i salatini e talune merendine; preferite un frutto, una spremuta, un frullato oppure verdure fresche, meglio quelle di stagione.

Altri articoli in questo tema